Il poliziotto conquista i tedeschi

Decine le famiglie di Urbino sintonizzate grazie a Sky su Ard. Per molti si è trattato solo di ammirare la splendida fotografia di Marcus Stotz, che ha mostrato una città straordinaria nelle sue sfumature, nelle inquadrature fatte senza risparmi di mezzi. Drone incluso

Fonte – Il Resto del Carlino (ed. Pesaro)

L’altroieri sera in Germania la maggior parte del pubblico televisivo si è sintonizzato sulla prima rete (Ard) che in prima serata trasmetteva il primo dei due episodi pilota di Der Urbino Krimi (ovvero Il giallo d’ Urbino), ispirato dai libri dello scrittore Uli T. Swidler (tra gli autori più interessanti di questi decenni) e diretto da Uwe Janson (tra i registi televisivi più affermati).

Anche a Urbino, a dire il vero, decine di famiglie si sono sintonizzate grazie a Sky su Ard, ma per molti si è trattato solo di ammirare la splendida fotografia di Marcus Stotz, che ha mostrato una città straordinaria nelle sfumature, nelle inquadrature fatte senza risparmi di mezzi, drone incluso.

L’attore protagonista, Leonardo Nigro, italo-svizzero che interpreta Roberto Rossi ieri era a Zurigo (dove si trovava perché finalista al Premio del Cinema Svizzero con Una campana per Ursin).

Quando gli squilla il telefono si illumina. «Sono felicissimo – dice subito – perché aver avuto quasi 4 milioni e mezzo di spettatori è un risultato molto importante».

Dove ha visto il film?

«Sembra uno stereotipo… Ma sono andato da mia mamma e c’erano anche le mie sorelle perché mio figlio e la mia compagna sono andati in vacanza. Abbiamo mangiato la parmigiana e mi è venuta una gran nostalgia di Urbino. Non vedo l’ ora di tornare».

Tornerà?

«Aspettiamo una settimana e vediamo come andrà il secondo film, sempre da 1 ora e mezza. La produzione deciderà allora sulla base dei dati, se produrne altri. Se tutto filerà liscio serviranno però mesi per rimettere in piedi l’ organizzazione. È presto per dire di più».

Cosa si aspetta da Urbino?

«Vorrei che a Urbino si proiettassero i due film al cinema, sottotitolati. Io tornerei per rivedere tutti e vorrei proprio rifare il poliziotto. Sapete… in mezzo al traffico a volte invoco la paletta».

Spettatore illustre della serie tv è stato Peter Aufreiter, direttore del Palazzo Ducale.

«Mi sono divertito molto – ha detto -. Ho anche letto il libro di Uli T. Swidler. La storia si deve ancora sviluppare, il carattere pigro del poliziotto deve emergere, però sono felice perché non solo hanno usato attori famosi in Germania. Hanno fatto tutto con estrema cura. Questa è una storia che piacerà tantissimo in Germania e anche i miei familiari l’hanno apprezzata molto. È un giallo atipico, è vero. Ma la vena di ironia è molto bella per non parlare della fotografia di gran qualità. Questo è uno spot immenso per Urbino. Io credo che i tedeschi apprezzeranno tantissimo la serie. Anzi, in estate farò la pubblicità in riviera. A Cattolica lanceremo lo slogan: “Venite a vedere il Palazzo di Der Urbino Krimi».

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Seguici sui nostri Social! =)