Inclusione sociale, solidarietà e sport come mezzo per l’integrazione culturale

Presentando la Strapalermo il sindaco Orlando ha messo in evidenza che “è uno di quei casi in cui lo sport diventa un punto di incontro tra la dimensione sociale, culturale ed economica di una città Una straordinaria iniziativa, un modo gioioso per valorizzare tutto ciò che c’è di bello a Palermo”

Fonte

Inclusione sociale, solidarietà e sport come mezzo per l’integrazione culturale. Sono i temi cari alla StraPalermo, la grande gara podistica che oggi ha attraversato le vie del centro storico cittadino, organizzata dall’ ACSI Sicilia Occidentale in collaborazione con il Comune di Palermo.

Si tratta di un ritorno di una manifestazione che non si faceva da tempo anche se in versione nuova tanto che questa viene indicata come la I edizione.

A presentare l’iniziativa c’erano il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore comunale allo Sport Giuseppe Gini, l’assessore comunale alla Scuola Barbara Evola, il delegato Acsi Sicilia Occidentale Giuseppe Civiletti, il direttore dell’ufficio di servizio sociale per i minorenni di Palermo Rosalba Salierno, il responsabile della manifestazione Salvo Di Bella e il direttore AMAT Gianfranco Rossi.

“Questo è uno di quei casi in cui lo sport diventa un punto di incontro tra la dimensione sociale, culturale ed economica di una città – ha dichiarato il sindaco Orlando -. Una straordinaria iniziativa, un modo gioioso per valorizzare tutto ciò che c’è di bello a Palermo. Eventi come questo contribuiscono a far crescere l’amore dei palermitani per il nostro passato e una speranza forte di futuro. Grazie a questa manifestazione – ha concluso il sindaco – si mettono in comunicazione fra loro diversi mondi di Palermo, unendo lo sport, la cultura, l’ inclusione sociale… in una parola il benessere di tutta la comunità cittadina”.

“Una grande manifestazione per riscoprire le bellezze di Palermo ma soprattutto dal grande valore sociale – commenta Salvo Di Bella -. Importanti sono i numeri dell’ evento che, alla sua prima edizione, conta già più di mille iscritti alla passeggiata ludico motoria. Si preannuncia, dunque, una festa dello sport, un fiume di persone che sfilerà per il centro cittadino”.

Nell’ambito della Strapalermo c’è stata anche una sezione dedicata ai più piccoli. “I bambini – ha aggiunto l’assessore Evola – hanno l’ opportunità di scoprire il piacere di fare sport all’ aria aperta e trascorrere una domenica con le famiglie e i loro piccoli amici”.

La manifestazione è stata anche l’occasione per presentare le intese strette con l’USSM che prevede il coinvolgimento attivo nell’organizzazione di alcuni ragazzi che gravitano nel circuito penale, con il Centro Astalli di Palermo che parteciperà con circa trenta ragazzi provenienti dall’Africa, e, infine, con Teacch House Onlus, l’associazione di genitori di bambini affetti da sindrome autistica e da disturbi intellettivi e relazionali.

Tanta curiosità attorno al podista più anziano iscritto alla gara competitiva, Ciccio De Trovato, classe 1933, mentre ha partecipato alla gara ludico motoria Giuseppe Mastropaolo, classe 1922.

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial