Troina, per i dipendenti dell’«Oasi» in arrivo gli stipendi di novembre e dicembre

I fondi pervenuti dall’Azienda sanitaria provinciale di Enna consentiranno di saldare ai dipendenti le mensilità di dicembre 2015, più il recupero di novembre 2014, con relativa tredicesima. In attesa che si definisca il percorso parlamentare del disegno di legge che riguarda la stipula della convenzione con la Regione

Fonte – Giornale di Sicilia

Arriva dall’Azienda sanitaria provinciale di Enna un primo timido segnale di speranza per gli oltre 700 dipendenti dell’«Oasi Maria Santissima» di Troina, allo stremo per ben sette mensilità pregresse.

I ritardi nel pagamento degli stipendi sono causati dalle difficoltà finanziarie attraversate dalla struttura per il mancato rinnovo della convenzione con la Regione e il mancato recupero delle somme erogate per i servizi assistenziali.

Lo sblocco dei fondi è una boccata d’ossigeno per l’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico «Oasi Maria Santissima». La struttura di Troina è specializzata nel campo delle disabilità intellettive e dell’ involuzione cerebrale senile.

«Grazie all’impegno del direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Enna, Giovanna Fidelio – dichiarano dall’Irccs -, sono stati trasferiti all’istituto pregressi finanziari vantati a fronte di servizi e prestazioni sanitarie erogate, la maggior delle cui somme incassate è stata destinata al pagamento degli stipendi arretrati».

I fondi pervenuti dall’Azienda sanitaria, che riguardano acconti dell’anno scorso per prestazioni e servizi, consentiranno infatti di saldare ai dipendenti le mensilità di dicembre 2015, più il recupero di novembre 2014, con relativa tredicesima.

Mancano dunque altri 4 mesi di stipendio, in attesa che si definisca il percorso parlamentare del disegno di legge che riguarda la stipula della convenzione con la Regione, che consentirebbe di ottenere il riconoscimento finanziario di una parte significativa delle attività socio-sanitarie svolte dall’Istituto e l’approvazione delle funzioni assistenziali.

Il provvedimento infatti, ha già superato la valutazione della VI Commissione “Servizi Sociali e Sanitari” all’Assemblea regionale siciliana, e si attende adesso il parere dell’altra commissione legislativa, quella del «Bilancio e Programmazione», che dovrebbe riunirsi nei prossimi giorni.

L’atto, infine, dovrà poi essere presentato ai deputati del Parlamento regionale, per la definitiva votazione nella prima seduta parlamentare disponibile.

Il mese scorso il prefetto Maria Rita Leonardi aveva incontrato i rappresentanti sindacali ed il direttore amministrativo dell’ Irccs «Oasi», Arturo Caranna, per affrontare la vicenda legata al mancato rinnovo della convenzione con la Regione.

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Seguici sui nostri Social! =)