Expo, cannoli senza scontrino: multa di 600 euro della GdF alla Regione Siciliana

Una svista che costerà cara. Per due cannoli venduti senza scontrino nel Biocluster allestito all’Expo 2015 la Guardia di Finanza di Milano ha emesso una multa di 600 euro che – spiega il commissario Dario Cartabellotta – sarà pagata dal funzionario di turno quel giorno

Dura lex sed lex. Lo avrà pensato Dario Cartabellotta, responsabile unico del Cluster biomediterraneo a Expo 2015, leggendo il verbale con cui gli agenti della Guardia di Finanza di Milano hanno contestato la mancata emissione di due scontrini in relazione alla vendita di cannoli e dolci all’interno dello spazio espositivo.

«Il verbale c’è – ha ammesso Cartabellotta – sarà stata una svista, su 156 mila scontrini emessi, ne vengono contestati due. Bisogna considerare che il Cluster ha avuto 2 milioni e 500mila visitatori durante Expo e 500mila persone hanno acquistato prodotti siciliani».

Sulle prime, è sembrato che la multa dovesse pagarla Rosario Crocetta, legale rappresentante della Regione Siciliana all’Expo. E invece toccherà al funzionario di turno nel giorno della “svista”.

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial