Mazara del Vallo, ritrovato in uno scantinato il cadavere di un uomo di 53 anni

Aveva 53 anni, Pasquale Mineo: il suo corpo è stato ritrovato stamane nello scantinato del palazzo di Mazara del Vallo in cui viveva. L’uomo – un passato da tossicodipendente – era un lavoratore precario al Comune. Non si esclude che il delitto sia maturato nell’ambito degli spacciatori di droga

Pasquale Mineo, 53 anni, è stato ritrovato oggi senza vita – il corpo riverso per terra e il volto insanguinato – nello scantinato del palazzo in cui viveva in via Toniolo a Mazara del Vallo. Dai primi rilievi sembrerebbe che a causare la morte dell’uomo sia stato un colpo alla testa.

Lavoratore precario al Comune, con l’incarico di usciere, l’uomo aveva un passato da tossicodipendente precedenti penali per spaccio. Da qualche tempo conviveva con una donna straniera.

Da parte degli investigatori non si esclude che il delitto sia maturato nell’ambito degli spacciatori di droga.

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial