Modica, il “testamento” del piccolo Giovanni: i suoi risparmi per i bambini dell’ospedale “Maggiore”

Per lui “vivere” è significato avere a che fare con la sofferenza, con lunghe notti in ospedale, con un’attesa che, alla fine si è rivelata vana. Ma Giovanni Ignaccolo, 7 anni, ha lasciato un segno: prima di morire ha destinato i suoi risparmi all’Ospedale “Maggiore” di Modica. «Servirà per gli altri bambini», il suo breve testamento.

Aveva tre anni quando, dopo essere caduto nel vuoto dal vano scala di un edificio dall’altezza di circa 6 metri, il piccolo Giovanni Ignaccolo iniziava un percorso di cure e interventi che alla fine non è servito a salvarlo.

Prima di morire, Giovanni ha voluto lasciare un segno, destinando tutti i suoi risparmi all’Ospedale “Maggiore” di Modica, tra le pareti del quale ha trascorso tanto, troppo tempo, durante il quale il bambino ha imparato il valore delle parole “impegno”, “solidarietà”, “altruismo”.

«Servirà per gli altri bambini», questo il suo breve testamento. Con i soldi di Giovanni sarà acquistato un oscillometro che verrà donato alla divisione di pediatria dell’ospedale di Modica.

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Warning: A non-numeric value encountered in /home/jq1jhrk4/public_html/wp-content/plugins/ultimate-social-media-icons/libs/controllers/sfsi_frontpopUp.php on line 63