Omicidio Mirarchi, arrestato il proprietario della piantagione di cannabis a Marsala

Procedono le indagini sull’omicidio di Silvio Mirarchi, il maresciallo dei Carabinieri ferito a morte martedì sera a Marsala mentre stava effettuando un sopralluogo nelle campagne tra le contrade Ciavolo e Ventrischi. È stata scoperta una piantagione da seimila pinatine di cannabis. Arrestato il titolare delle due serre, un 54enne di Partinico, con precedenti per traffico di droga

Stamattina Silvio Mirarchi, il maresciallo dei Carabinieri ferito a morte martedì sera a Marsala mentre stava effettuando un sopralluogo nelle campagne tra le contrade Ciavolo e Ventrischi, è stato ricordato in occasione della tradizionale sfilata militare del 2 giugno ai Fori Imperiali.

Proseguono le indagini sull’omicidio del sottufficiale, è stato infatti arrestato Francesco D’Arrigo, un 54enne di Partinico con precedenti per traffico di droga: sarebbe lui il proprietario delle due serre dentro le quali sono state rinvenute ben seimila piantine di cannabis.

Proprio nei dintorni delle due strutture adibite alla coltivazione delle sostanze stupefacenti si sarebbe consumata la tragedia: Mirarchi, giunto sul luogo insieme a un collega, è sceso dall’auto e, forse insospettitosi per alcuni strani rumori, si è diretto verso le serre, dalle quali – secondo le ricostruzioni più probabili – due custodi armati hanno aperto il fuoco contro il carabiniere, colpendolo alla schiena.

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Warning: A non-numeric value encountered in /home/jq1jhrk4/public_html/wp-content/plugins/ultimate-social-media-icons/libs/controllers/sfsi_frontpopUp.php on line 63