Castroreale, un pezzo del bilancio “copiato” da quello di un comune toscano: è polemica

San Casciano in Val di Pesa, per chi non lo sapesse, è un Comune della città metropolitana di Firenze: verrebbe da lì il documento unico di programmazione 2016/2020, allegato al bilancio di previsione, approvato a marzo in aula a Castroreale. Dal consigliere Salvatore Leto l’invito a ritirarlo, l’amministrazione replica: «È tutto regolare»

Polemica in aula consiliare a Castroreale: il documento unico di programmazione 2016/2020, allegato al bilancio di previsione e approvato a marzo dal Consiglio Comunale sarebbe stato copiato e incollato da un analogo documento presentato a San Casciano in Val di Pesa, Comune della città metropolitana di Firenze.

A rilevarlo e a renderlo noto Salvatore Leto, capogruppo di opposizione ed ex sindaco del centro collinare.

«Il dup è stato integralmente copiato dal comune del Chianti – ha dichiarato Leto due giorni fa in aula – e visto che non è nostro, invito l’amministrazione a ritirare il bilancio di previsione e a ripresentarlo. In caso contrario sono pronto ad occupare l’aula e a comunicare a tutti quanto è accaduto».

Per l’amministrazione si tratta di rilievi privi di valore e forse anche di fondamento, dal momento che «non è compito degli amministratori andare a verificare se la relazione prodotta dal funzionario responsabile è “originale” oppure è stata “plagiata” da altro comune, soprattutto nel momento in cui la stessa appare precisa e pienamente rispondente alla realtà comunale e alle linee guida».

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial