Barcellona, facciamo il punto contro la mafia

BARCELLONA. “Un’occasione per fare il reale punto su quanto si sta facendo nel contrastare il fenomeno della criminalità organizzata nel nostro territorio, per anni asfissiato dalla pressione mafiosa di diversi ‘clan’, attraverso il punto di vista di chi ogni giorno si scontra con tale piaga ancora non del tutto debellata”. Con questo obiettivo si svolgerà a Barcellona Pozzo di Gotto, venerdì 28 aprile, alle ore 18, presso l’auditorium del Parco Urbano “Maggiore Giuseppe La Rosa” il convegno “Contro la Mafia: facciamo il punto” organizzato dal Movimento Città Aperta.

Al dibattito, moderato dal portavoce Gabriele Sidoti, interveranno il presidente del tribunale di Barcellona, Giovanni De Marco, il procuratore capo Emanuele Crescenti, il dirigente del commissariato di Polizia di Barcellona, Mario Ceraolo,  il capitano della Compagnia Carabinieri di Barcellona, Fabio Valletta, e il giornalista di cronaca giudiziaria per la Gazzetta del Sud, Nuccio Anselmo.

Molto è stato fatto negli ultimi anni – scrivono gli organizzatori – in termini di contrasto alla criminalità organizzata nella nostra città, grazie soprattutto al costante impegno profuso dalle forze dell’ordine e dalla magistratura, che hanno assestato duri colpi all’organizzazione mafiosa. Il susseguirsi di numerose operazioni ha tuttavia dimostrato che ad ogni tentativo di estirpazione sembra corrispondere una nuova inflorescenza, con immutate capacità di inquinare il tessuto sociale ed economico del nostro territorio“.

“Parlatene di mafia”, diceva Borsellino.  “Questo vogliamo continuare a fare, al di fuori – spiegano – di qualsivoglia esigenza commemorativa, convinti che una forte coscienza collettiva possa essere il vero motore che trascini il paese lontano dalle mafie. A questa coscienza deve corrispondere, da parte delle istituzioni, lo sforzo di mantenere alta l’attenzione e fare quadrato contro una minaccia che appare quanto mai lontana dall’essere sconfitta“.

Il Movimento Città aperta opera sul territorio di Barcellona dal 2006, in occasione della sfida alle elezioni regionali, per sostenere la candidatura a governatore di Rita Borsellino che si contrapponeva a Salvatore Cuffaro. Riunitosi intorno alla figura di Maria Teresa Collica, Città aperta “è di fatto – ha sottolineato il portavoce Gabriele Sidoti, in occasione del decennale del sodalizio – una delle realtà politiche più importanti a Barcellona, attiva e impegnata sempre non solo nei periodi elettorali. Con i nuovi soci e l’apporto di nuove idee potremo portare avanti con ancora più incisività il nostro progetto politico, volto a favorire la crescita civile della città”.

Antonio Domenico Bonaccorso

Giornalista pubblicista. Mi occupo di Rassegne Stampa, Monitoraggio Video&New Media, scrivo per 100Nove. Esperto in Comunicazione Pubblica. Ho troppe passioni, dalla Musica (bassista) al Teatro

Rispondi

Condividi