Al Teatro Vittorio Emanuele, in scena l’omaggio a Domenico Modugno

“Con questo grande spettacolo racconteremo decenni di storia dell’Italia nel mondo, celebrando un artista eclettico e geniale che attraverso i suoi testi ha saputo creare non solo emozioni, ma anche rivoluzioni”. E’ questo l’obiettivo di Nino Germanà, organizzatore dell’evento “OMAGGIO A DOMENICO MODUGNO”, con la direzione artistica e la regia di Alfredo Lo Faro e il patrocinio del Comune di Messina. La kermesse si terrà domenica 7 maggio al Teatro Vittorio Emanuele e vi parteciperanno oltre 150 artisti con lo scopo di celebrare lo straordinario musicista e attore, considerato il padre della canzone d’autore italiana, e il suo stretto rapporto con la Sicilia e in particolare con Messina. In pochi infatti sanno che Modugno sposò una messinese e che si fece portavoce, scrivendo e interpretando, diverse canzoni dialettali, rendendole, nel corso degli anni, dei veri e propri classici del repertorio poetico e musicale italiano.

Durante lo spettacolo, narrato da Salvatore Nocera Bracco, le più belle canzoni di Domenico Modugno saranno reinterpretate dalle voci di Antonella Ruggiero, del crooner Riccardo Pirrone, di Lello Analfino dei Tinturia (che più volte ha riproposto brani del Maestro) e di Nonò Salamone, il cantastorie amico di Modugno. Gli artisti saranno accompagnati dall’orchestra Sinfonietta Messina, diretta dal Maestro Domenico Riina, con la partecipazione straordinaria di quattro solisti siciliani apprezzati a livello internazionale: il chitarrista Francesco Buzzurro, l’armonicista Giuseppe Milici, il clarinettista Nicola Giammarinaro e il fisarmonicista Pietro Adragna. A impreziosire l’evento le coreografie di Marco Savatteri, che dirigerà i ragazzi della Casa del Musical.

 

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial