Sicilian Ghost Story sbarca a Cannes

La bellezza del Parco dei Nebrodi raggiunge Cannes. La notizia viene da Parigi: nei giorni scorsi Charles Tesson, delegato generale della Settimana della Critica del Festival del cinema di Cannes ha annunciato che sarà Sicilian Ghost Story, l’ultima pellicola dei registi palermitani Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, a inaugurare la Semaine de la Critique al 70° Festival di Cannes che si terrà dal 17 al 28 maggio. “Un incredibile film – commenta Tesson – incrocio di generi diversi, che combina sguardo politico, fantasia e storia d’amore, con potente maestria”.
È la prima volta che una pellicola italiana ottiene questo prestigioso ruolo.

Sicilian Ghost Story è una coproduzione italo-franco-svizzera e nella pellicola debutteranno, per la prima volta sul grande schermo, i tredicenni Julia Jedlikowska, polacca palermitana che interpreta Luna, e Gaetano Fernandez del quartiere Zisa di Palermo, che interpreta Giuseppe, un ragazzino di tredici anni che scompare improvvisamente. Luna, sua coetanea innamorata di lui, ribellandosi all’omertà attorno alla misteriosa sparizione, pur di ritrovarlo è disposta anche a discendere nel mondo oscuro e misterioso che ha inghiottito Giuseppe.

Il film è stato interamente girato nel parco dei Nebrodi. I boschi di Cesarò, in provincia di Messina, e di Troina, nell’ennese, con i loro scenari suggestivi, fanno da sfondo a questa produzione che spazia dai temi politico-sociali a quelli fantastici, fino alla storia d’amore. “Laghi e natura hanno permesso di mostrare una parte del nostro incontaminato patrimonio naturalistico”, commenta Giuseppe Antoci, Presidente del Parco dei Nebrodi. “Siamo orgogliosi per la scelta del set all’interno del Parco dei Nebrodi, che individua nel territorio dell’area protetta più grande della Sicilia un unicum di straordinaria bellezza”.

I registi Fabio Grassadonia e Antonio Piazza erano già stati premiati nel 2016 per la sceneggiatura del film al Sundance Institute Global Filmmaking Award al Sundance Film Festival. Non sono nomi nuovi neanche al Festival di Cannes: nel 2013 hanno ricevuto il Gran Premio della “Semaine de la Critique” e il Premio Rivelazione al 66° Festival del Cinema di Cannes per il film Salvo.

 

 

Cristiana Ferrigno

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial