L’assassino di Lorena? Solo arresti domiciliari

Gaetano Forestieri, condannato in primo grado ad 11 anni di reclusione per l’omicidio stradale della giovane orlandina Lorena Mangano è ai domiciliari da oltre cinque mesi.

Secondo le motivazioni del giudice “Forestieri avrebbe manifestato sincero ripensamento per quanto fatto e cioè partecipare ad una gara automobilistica
contro Gugliandolo in pieno centro a Messina investendo ad un incrocio la giovane ed uccidendola per non aver rispettato il semaforo rosso all’incrocio di via Garibaldi”. Rabbia ed indignazione nel centro paladino una volta appresa, è trapelata la notizia della concessione dei domiciliari al sottufficiale della Guardia di Finanza, affidato alla struttura residenziale “Santa Maria della Strada” a Messina, già due giorni dopo l’ emissione della sentenza, avvenuta lo scorso dicembre. “Sembra incredibile eppure è così“afferma Stefano Mangano, fratello di Lorena (continua a leggere l’articolo sul settimanale 100Nove Press in edicola o attraverso l’area abbonati).

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial