M5S a Palermo: Cancelleri nominato candidato governatore

Sarà Giancarlo Cancelleri il candidato governatore per il M5S. Per lui quasi un plebiscito: ha ottenuto il 51,1% delle preferenze (2.224 su 4.350 votanti), stracciando gli altri 8 finalisti. Nel 2012 uscì sconfitto da Rosario Crocetta (si fermò al 18%), ma adesso i tempi sono cambiati. La destra non ha ancora il suo candidato, il Pd insegue Grasso e le possibilità dei M5S sono continuamente in aumento. L’ imperativo è vincere.

La cornice della kermesse è il palco di Castello a Mare a Palermo, sul quale sono state collocate 62 sedie per i candidati alle Regionali in Sicilia. Presenti anche i vertici del movimento a testimonianza dell’importanza dell’appuntamento: Beppe Grillo, Davide Casaleggio e anche Luigi Di Maio che ha tenuto a ricordare che “se vinciamo in Sicilia il 5 novembre, vinciamo nel 2018 a Roma” perchè ricorda che “è dalla Sicilia che partono le rivoluzioni in Italia”. La platea era gremita e per l’occasione sono giunti 15 pullman da tutta l’ isola. Grillo, invece, prima ha attaccato la sinistra e poi ha ironizzato: “È l’ ultima chance che abbiamo, non tornerò più a nuoto” riferendosi alla traversata dello Stretto del 2012.

Ultima chiamata quindi. La Sicilia è visto come il banco di prova per approdare al governo nazionale. Non è da escludere che di fronte ad una “non vittoria”, il M5S possa scegliere di aprirsi a delle alleanze, purchè non si tratti dei partiti tradizionali. Via libera quindi ad apparentamenti con le liste civiche al fine di raggiungere l’intesa su punti condivisi. Accordo sul programma ma non inciuci: soluzione più semplice nel Parlamento siciliano che in quello nazionale.

Share:

Rispondi

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial